La differenziata forse è nata qui: a Bellusco da 20 anni gli Amici raccolgono e separano rifiuti

Ne hanno fatto un ‘docu-film’ dal simpatico titolo: “Nel tempo libero raccolgo rifiuti”. Sono quelli dell’Associazione Amici della Parrocchia di Bellusco che, per festeggiare i 20 anni di attività del gruppo, hanno pensato bene di raccontare una piccola storia che mette insieme persone, territorio, partecipazione e ambiente. L’iniziativa prende il via nel comune di Bellusco (Belösch in dialetto brianzolo), un comune di 7.200 abitanti della provincia di Monza e Brianza, situato a nord-est di Monza ed è una bella esperienza di volontariato sociale dalla quale è nata, partendo dal locale per svilupparsi poi a livello nazionale, la sperimentazione del sistema integrato di raccolta differenziata dei rifiuti.

“L’obiettivo – hanno spiegato Giorgio Monti, presidente, e Gianrico Sangalli, vicepresidente dell’Associazione – era raccontare il senso di un’esperienza di vita collettiva che ha fatto nascere, a livello nazionale, la sperimentazione del sistema integrato di raccolta differenziata dei rifiuti basandosi esclusivamente sul volontariato sociale. Un’esperienza, questa, che ha attraversato più generazioni, coinvolgendo interi gruppi familiari e contribuendo a costruire un pezzo importante della storia di Bellusco, della Lombardia e dell’Italia tutta. Si è trattato infatti di una sperimentazione che ha mobilitato tante persone, rendendole protagoniste del proprio destino e responsabili della qualità della vita del loro territorio.

E così facendo, hanno ottenuto sia benefici importanti per la società e per l’ambiente, sia un trattamento consapevole e strutturato del rifiuto domestico inteso come risorsa

 

 


CONDIVIDI L'ARTICOLO

COMMENTI
0

LASCIA IL TUO COMMENTO

Tutti i campi sono obbligatori


CATEGORIE

ARCHIVIO

TAGS