Una storia vincente: Ponte nelle Alpi

L’attenzione che i cittadini, singoli e organizzati, le scuole, l’Amministrazione Comunale e la società a totale partecipazione pubblica Ponte Servizi s.r.l. dedicano alla gestione dei materiali post-consumo permettono al comune di Ponte nelle Alpi di mantenere a livelli molto elevati la qualità della gestione dei rifiuti. Tra le iniziative più significative, nel 2012 il nuovo progetto per la raccolta separata del vetro è entrato a regime dando risultati lusinghieri: infatti, sono stati distribuiti 672 appositi contenitori da 30 lt. che complessivamente sono stati vuotati per 2.435 volte; l’incremento della quantità di vetro monomateriale raccolta rispetto al 2011 è stata di oltre il 21%. Altrettanto interessanti sono i dati relativi al progetto del recupero dell’olio vegetale: fino ad ora sono state distribuite gratuitamente, grazie ad un accordo di sponsorizzazione, 1.284 tanichette da 5 litri, registrando 679 conferimenti con una crescita percentuale di raccolta di olio esausto rispetto l’anno antecedente di circa il 15%. Da sottolineare che tali raccolte vengono effettuate in maniera volontaria dai cittadini, anche se si sta pensando ad un sistema premiale ed incentivante.

L’attenzione per l’educazione ambientale nelle scuole è continuata, grazie ad un progetto che ha visto la partecipazione delle scuole pontalpine al concorso “Sfida all’ultima sporta” dell’Associazione Comuni Virtuosi. Il concorso ha visto gli alunni attivi nel coinvolgere familiari, amici e conoscenti a non utilizzare borse e sacchetti di plastica “usa e getta”, incentivando l’uso consapevole di oggetti durevoli come le borse di stoffa. La gara prevedeva la raccolta del maggior numero di scontrini di supermercati, in cui non fosse presente la voce di acquisto di shoppers in plastica. In circa quattro mesi gli alunni hanno raccolto in media 40 scontrini a testa, partecipando al concorso con quindicimila scontrini. La Ponte Servizi s.r.l., poi, ha lavorato nel 2012 anche per dare maggiore sostenibilità al proprio servizio, investendo sull’acquisto di mezzi per la raccolta alimentati con GPL e installando all’Ecocentro comunale un impianto fotovoltaico, che ha permesso alla struttura di rendersi indipendente da un punto di viste del fabbisogno.

L'Ecocentro sta diventando sempre più uno snodo fondamentale del servizio porta a porta, e, nel 2012, ha raggiunto quasi 23mila accessi da parte di cittadini e aziende. Il controllo sul conferimento permette di mantenere basse percentuali di impurezze nei materiali separati ed è in corso uno studio per la valutazione di orari di accesso che vadano maggiormente incontro alle esigenze dei fruitori.

E' infine da sottolineare anche l’apporto dei volontari per la raccolta differenziata organizzata in occasione di sagre e manifestazioni, impegnandosi al massimo per recuperare i materiali utilizzati nei momenti di svago dai cittadini, rendendo così il rifiuto residuo indifferenziato una quota ormai insignificante.

 

 


CONDIVIDI L'ARTICOLO

COMMENTI
0

LASCIA IL TUO COMMENTO

Tutti i campi sono obbligatori


CATEGORIE

ARCHIVIO

TAGS