NEWS

12 Marzo 2014 “CAMBIA IL FINALE” E DAI UNA NUOVA VITA AI RIFIUTI INGOMBRANTI

Oltre 215.000 le richieste ricevute dal Servizio clienti Hera, negli ultimi 3 anni, dal 2011 al 2013, per il ritiro a domicilio di 145.000 tonnellate tra ingombranti, grandi elettrodomestici, pc e tv, frigoriferi. Grazie al nuovo servizio, una parte di questi beni potrà sarà riutilizzata con ovvi benefici ambientali ed economici.

Telefonando al numero verde del Servizio clienti 800.999.500 al cliente verranno fornite le indicazioni per contattare enti no profit del territorio che si sono dichiarati disponibili al riutilizzo degli “ingombranti” del quale il cittadino intende disfarsi, nel caso siano ancora in buone condizioni.

Sarà inoltre possibile donare agli enti no profit anche quegli oggetti di uso quotidiano che spesso vengono destinati alla raccolta indifferenziata. Le associazioni che al momento hanno accettato di aderire al progetto sono 15, mentre sono 94 i Comuni dove il nuovo servizio è stato attualmente attivo.

L’iniziativa di Hera è in linea con le più recenti normative in materia ambientale che mettono al primo posto la prevenzione dei rifiuti e il loro utilizzo, richiedendo quindi un cambiamento culturale e un nuovo approccio ai vecchi concetti di consumo e di rifiuto. L’obiettivo è quello di contribuire a passare dall’attuale modello lineare (produci, usa e getta) ad un nuovo sistema circolare e virtuoso come quello del riciclo. Inoltre, con questo progetto Hera intende promuovere l’attività di quelle Onlus che recuperano beni non più utilizzati dai cittadini, avviandoli al riutilizzo anche con eventuale attività di rigenerazione, e sviluppare di conseguenza ricadute sociali positive. L’iniziativa ha anche il risultato di valorizzare e sostenere il personale svantaggiato che la quasi totalità di questi enti benefici impiega per lo svolgimento dell’attività, con la stipula di accordi con i Comuni, le Aziende Sanitarie, l’Autorità Giudiziaria e i centri di ascolto/assistenza per l’inserimento di persone in difficoltà attraverso l’utilizzo, ad esempio, di borse lavoro, tirocini formativi, reinserimenti lavorativi.

 

 

CONDIVIDI SU

ARCHIVIO NEWS

Visualizza tutte »2017

Visualizza tutte »2016

Visualizza tutte »2015

Visualizza tutte »2014

Visualizza tutte »2013