NEWS

09 Luglio 2014 CHI INQUINA PAGA. LA TARIFFA PUNTUALE A TREVISO FUNZIONA

 Due consorzi di comuni (Priula e TV3) hanno affidato al proprio braccio operativo - Contarina spa- la gestione dei rifiuti e di altri servizi.Il punto di forza è un modello messo a punto nel corso degli anni e che è applicato nei 49 comuni serviti. Recente un nuovo ingresso, la città di Treviso. Le caratteristiche del modello Contarina sono così sintetizzabili:
• servizio personalizzato e “comodo” per le principali tipologie di rifiuto e per tutte le utenze;
• raggiungimento dell’obiettivo 96,7%, di raccolta differenziata, entro il 2.022 e riduzione della produzione di secco complessivo pro-capite ad una soglia inferiore ad 80 Kg abitante/anno;
• applicazione della Tariffa puntuale che, oltre a rappresentare un criterio imprescindibile per raggiungere determinate soglie di raccolta differenziata, garantisce l’applicazione di una Tariffa più equa, poiché si paga in rapporto a quanto rifiuto si produce;
• riduzione dei costi legati allo smaltimento del rifiuto secco;
• recupero di gettito per emersione utenza non a ruolo, grazie alla georeferenziazione dell’utenza e alla capillarità del servizio reso;
• maggiore economicità/efficienza dei servizi di raccolta/spazzamento grazie all’informatizzazione e georeferenziazione dei percorsi;
• conseguimento di economie gestionali, dovute all’adozione di un unico modello di raccolta: a titolo di esempio, la riduzione dei costi per effetto scala sulle forniture e prestazioni;
• ottenimento di una qualità ottimale dei rifiuti raccolti, per la produzione di rifiuti materie prime derivate valorizzabili e per l’ottenimento di corrispettivi massimi dalla vendita dei rifiuti riciclabili, sia intra che extra CONAI;
• versatilità del sistema con minor dipendenza dai costi di mercato per il trattamento dei rifiuti raccolti;
• presenza capillare nel territorio con possibilità per gli utenti di accedere a tutti gli Ecocentri consortili, sia di rivolgersi a tutti gli Ecosportelli per pratiche amministrative.


L’applicazione del sistema di ariffazione puntuale in luogo di quello prsuntivo si è dimostrata essere uno degli aspetti più incentivanti della raccolta differenziata e della riduzione nella produzione deil rifiuto “secco”. La quota variabile della tariffa cresce con l’aumentare degli svuotamenti del contenitore del secco non riciclabile, rilevati dall’operatore attraverso un transponder installato in ogni contenitore al momento della racolta. I dispositivi utilizzati rilevano oltre al codice univoco assegnato ad ogni utente, anche data e ora del singolo svuotamento; idati vengono scaricati in una banca dati con la quale dialoga un sistema gestionale per le attività di fatturazione e riscossione.
Nel 2011, la tariffa media applicata alle utenze domestiche, nei Comuni gestiti da Contarina era di 168,81 Euro a fronte di una media regionale di 211,77 Euro e di quella nazionale di 240,37 Euro. Un bel servizio!. Aspettiamo Treviso a Comuni Ricicloni 2015: l’obiettivo è che il capoluogo -83.000 ab.c.ca- raggiunga a un anno dall’attivazione del modello Contarina, personalizzato sulla città, il 80% di r.d. e una produzione complessiva pro-capite di rifiuti pari a circa 500 kg/ab./anno.

Guarda il video 

 

 

CONDIVIDI SU

ARCHIVIO NEWS

Visualizza tutte »2017

Visualizza tutte »2016

Visualizza tutte »2015

Visualizza tutte »2014

Visualizza tutte »2013