NEWS

18 Marzo 2014 L'ITALIA TRA I PRIMI STATI A RECEPIRE LA NORMATIVA EUROPEA SUI RAEE. PASSA IL RITIRO “UNO CONTRO ZERO"

ReMedia, tra i principali sistemi collettivi italiani per la gestione di tutte le tipologie di rifiuti elettrici ed elettronici, esprime grande soddisfazione per il recepimento della nuova direttiva Raee (2012/19/EU), avvenuto con tempistiche soddisfacenti e più rapide rispetto agli altri paesi interessati: “L’Italia – dichiara Danilo Bonato, direttore generale di ReMedia – è uno dei primi Stati membri dell’Unione Europea a integrare le indicazioni comunitarie alla propria normativa. Attendiamo ora la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale affinché il recepimento sia effettivo”.

Oltre all’aumento dei target di raccolta, che significa arrivare a gestire entro il 2019 l’85% sul totale dei Raee generati dalle famiglie italiane o il 65% delle apparecchiature immesse sul mercato (ovvero tre volte quanto viene oggi raccolto), il nuovo decreto estende il campo di applicazione ai pannelli fotovoltaici che verranno gestiti a tutti gli effetti come rifiuti tecnologici.
Dall’entrata in vigore del provvedimento i cittadini che vorranno disfarsi di un piccolo elettrodomestico, come un rasoio elettrico o un telefonino, potrà consegnarlo a un rivenditore (con una superficie di vendita di almeno 400 metri quadri) che provvederà a gestirlo secondo la legge. Questo – precisa il ministero dell’Ambiente – potrà avvenire indipendentemente dall'acquisto di un nuovo prodotto analogo.

 

 

CONDIVIDI SU

ARCHIVIO NEWS

Visualizza tutte »2017

Visualizza tutte »2016

Visualizza tutte »2015

Visualizza tutte »2014

Visualizza tutte »2013