NEWS

18 Marzo 2014 L'ITALIA TRA I PRIMI STATI A RECEPIRE LA NORMATIVA EUROPEA SUI RAEE. PASSA IL RITIRO “UNO CONTRO ZERO"

ReMedia, tra i principali sistemi collettivi italiani per la gestione di tutte le tipologie di rifiuti elettrici ed elettronici, esprime grande soddisfazione per il recepimento della nuova direttiva Raee (2012/19/EU), avvenuto con tempistiche soddisfacenti e più rapide rispetto agli altri paesi interessati: “L’Italia – dichiara Danilo Bonato, direttore generale di ReMedia – è uno dei primi Stati membri dell’Unione Europea a integrare le indicazioni comunitarie alla propria normativa. Attendiamo ora la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale affinché il recepimento sia effettivo”.

Oltre all’aumento dei target di raccolta, che significa arrivare a gestire entro il 2019 l’85% sul totale dei Raee generati dalle famiglie italiane o il 65% delle apparecchiature immesse sul mercato (ovvero tre volte quanto viene oggi raccolto), il nuovo decreto estende il campo di applicazione ai pannelli fotovoltaici che verranno gestiti a tutti gli effetti come rifiuti tecnologici.
Dall’entrata in vigore del provvedimento i cittadini che vorranno disfarsi di un piccolo elettrodomestico, come un rasoio elettrico o un telefonino, potrà consegnarlo a un rivenditore (con una superficie di vendita di almeno 400 metri quadri) che provvederà a gestirlo secondo la legge. Questo – precisa il ministero dell’Ambiente – potrà avvenire indipendentemente dall'acquisto di un nuovo prodotto analogo.

 

 

CONDIVIDI SU

ARCHIVIO NEWS

Visualizza tutte »2018

Visualizza tutte »2017

Visualizza tutte »2016

Visualizza tutte »2015

Visualizza tutte »2014

Visualizza tutte »2013