NEWS

25 Febbraio 2014 LA SPORTA CHE NON INQUINA. SPESA PLASTICA-FREE IN TOSCANA ALL'UNICOOP

Il progetto risponde, in modo pratico, alla domanda spontanea che da tempo era sulle labbra di tutti: “Che senso ha usare i sacchetti in plastica per l'acquisto di frutta e verdura ora che il bando è in vigore?”
Nell'area interessata dal progetto, una volta a regime, 360 tonnellate di plastica (sacchetti e guanti igienici) verranno tolti dalla circolazione.
L’introduzione del Mater-Bì è cominciata nel novembre 2012 con la sperimentazione in quattro punti vendita della provincia di Siena (Siena, Poggibonsi e Colle di Val d’Elsa); a partire da maggio 2013 è stata estesa agli inCoop di Poggibonsi e Tavarnelle Val di Pesa. Dal mese di febbraio anche i punti vendita di Firenze potranno contare sui sacchetti compostabili. A ruota seguiranno gli altri supermercati.
La sostituzione dei guanti avverrà con tempi diversi. A partire dal mese di luglio anche i guanti saranno distribuiti con la versione “a rotolo a strappo” per consentire di prendere un solo pezzo alla volta, riducendo gli attuali sprechi della versione in scatola. I guanti usati saranno riciclati in accordo con Novamont.
I “nuovi” sacchetti potranno essere impiegati dai consumatori per la raccolta dell'umido. In questo modo si affronterà anche il problema legato alla qualità del rifiuto organico domestico, spesso “inquinato” dalla presenza di sacchetti non idonei alla raccolta.
Unicoop Firenze sarà così il primo operatore della distribuzione ad utilizzare solo il Mater-Bi per sacchetti e shopper.
Il Mater-Bi, prodotto con mais italiano, sarà fornito dall'azienda novarese Novamont, mentre il fornitore dei sacchetti sarà la Ipt di Scarperia, una cooperativa del Mugello.

Articoli correlati:

PROPOSTA DI DIRETTIVA EUROPEA SUI SACCHETTI DI PLASTICA

UNA NUOVA BIOPLASTICA DAGLI SCARTI AGRICOLI

 

 

CONDIVIDI SU

ARCHIVIO NEWS

Visualizza tutte »2017

Visualizza tutte »2016

Visualizza tutte »2015

Visualizza tutte »2014

Visualizza tutte »2013