NEWS

09 Dicembre 2014 NUOVO SISTEMA DI RACCOLTA DEI RIFIUTI IN BICOCCA. CON TANTO DI APP

L’università Bicocca di Milano ha introdotto un nuovo sistema di raccolta dei rifiuti che coinvolgerà studenti, professori e dipendenti. L'obiettivo annunciato durante il convegno “Bicocca fa la differenza” del 26 novembre scorso, è il raggiungimento del 70% di raccolta differenziata, ora al 27%.
Aule e uffici sono state private dei cestini cestini per l'indifferenziato (circa 42 tonnellate ogni anno), rimane solo quello per la carta. Per gettare i rifiuti bisognerà raggiungere le numerose (500 per iniziare) “isole” collocate in prossimità per la raccolta differenziata disseminate nell'Ateneo.

Lungo i corridoi sono comparsi numerosi i punti di erogazione di acqua alla spina da imbottigliare nelle borracce in alluminio distribuite ad hoc a tutti gli studenti.

Per l’ateneo non è soltanto un’operazione verso la “sostenibilità” (le emissioni verranno ridotte del 50%): “Il nuovo sistema rifiuti comporterà ogni anno un risparmio di novantamila euro in servizi di pulizia. A fronte di un investimento complessivo da novantamila euro”, spiegano alla Bicocca. Certo, dovranno cambiare le abitudini: i cestini dei rifiuti generici sono stati eliminati, ognuno dovrà selezionare gli scarti e provvedere a buttarli nei contenitori speciali per vetro, plastica, alluminio e indifferenziata disponibili nelle “isole”, per adesso realizzate in quattro edifici. Il progetto prevede anche un sistema di monitoraggio: sulle “isole” c’è un Qr code e, studenti e professori con un’App dal telefonino, potranno segnalare contenitori pieni o errori nella selezione dei rifiuti. Tutto il sistema è stato sviluppato dal centro Polaris della Bicocca in collaborazione con Amsa e con i consorzi aderenti al Conai per la raccolta dei diversi materiali.

 

 

CONDIVIDI SU

ARCHIVIO NEWS

Visualizza tutte »2017

Visualizza tutte »2016

Visualizza tutte »2015

Visualizza tutte »2014

Visualizza tutte »2013