NEWS

22 Ottobre 2014 STORIE DI ORDINARIA BUONA GESTIONE

Il Comune di Seborga a far data dal 18 novembre 2013 ha completamente innovato il servizio di gestione della raccolta dei rifiuti: compostiera di comunità, raccolta domiciliare, tracciabilità del rifiuto, pesata dello stesso abbinato alla singola utenza,cassonetti informatizzati per il vetro con apertura a badge, bidone pressa lattine, isola ecologica ai sensi del D.M. del 2008 per lo stoccaggio di carta, cartone e plastica, sistemi di raccolta dedicati per rifiuti speciali e pericolosi, tra cui l’isola per la raccolta degli oli vegetali, raccolta dedicata del verde e porta a porta degli ingombranti sono i principali punti di forza del sistema.
Interventi forti che hanno fatto si che il Comune passasse da una percentuale di raccolta differenziata di poco più del 36% a quella attuale che, tenuto conto dell’incremento del rifiuto dei mesi estivi, è superiore al 75 % Tutte le utenze presenti sul territorio sono state dotate di idonei kit con bidoncino e sacchetti di vario colore (conformi alla normativa europea), con etichette coordinate riportanti un codice identificativo, nel pieno rispetto della privacy, al fine di controllare la differenziazione del rifiuto ed arrivare nel 2015 alla tariffazione puntuale nel pieno rispetto del principio comunitario “ chi più inquina più paga”.
L’isola ecologica ha un ruolo fondamentale, all’interno della stessa si procede alla riduzione volumetrica e allo stoccaggio della plastica e della carta; il più grande risultato che si è raggiunto in soli 6 mesi è che oggi Seborga non solo differenzia ma ricicla il rifiuto, riducendo la filiera, saltando alcuni intermediari e rivolgendosi direttamente a coloro che si interfacciano con i consorzi di riferimento, creando economie di scala.
L’intero “ciclo” viene gestito da due software che consentono una raccolta puntuale dei dati necessari, la tecnologia supporta gli uffici non solo in ambito tributario ma anche per gli adempimenti burocratici che derivano dalla compostiera di comunità. Grazie a quest’ultima oggi il Comune smaltisce in loco la frazione organica trasformandola in compost, vista la capacità e le dimensioni della macchina alla stessa si sono affiancate le compostiere domestiche anche se obbiettivo dell’immediato futuro è quello di acquistare un ulteriore composter per trattare in maniera completa e su tutto il territorio questa tipologia di rifiuto.

 

 

CONDIVIDI SU

ARCHIVIO NEWS

Visualizza tutte »2017

Visualizza tutte »2016

Visualizza tutte »2015

Visualizza tutte »2014

Visualizza tutte »2013