NEWS

26 Novembre 2015 ANCHE IN LIGURIA SI PUO'

Il Comune di Follo (SP), a partire dalla fine di luglio di quest'anno, ha radicalmente modificato il sistema di raccolta dei rifiuti passando da una raccolta stradale con cassonetti ad una raccolta domiciliare porta a porta. E' così il primo comune della provincia della Spezia a raccogliere tutte le frazioni di rifiuto con questo sistema, introdotto anche grazie ad un contributo regionale (bando 2014 per la concessione di contributi per interventi finalizzati alla raccolta della frazione organica).
Nonostante i maggiori costi di start up della raccolta domiciliare, la Tari 2015 non è aumentata rispetto al 2014, grazie alla riduzione del rifiuto indifferenziato e alla valorizzazione dei rifiuti differenziati.
Nella fase preliminare, i 6400 cittadini di Follo e le utenze commerciali, sono stati coinvolti e informati adeguatamente in base a quanto stabilito da un piano di comunicazione ad hoc. Prima dell'avvio del servizio, con un anticipo di circa cinque mesi, sono stati realizzati incontri di formazione con dipendenti e amministratori comunali nonché con la Polizia Municipale. Altri incontri sono stati dedicati alle diverse categorie di utenza, a partire dai cittadini raggiunti in tutte le frazioni, per arrivare alle utenze economiche e alla associazioni. Una particole attenzione è stata dedicata agli allievi della scuole primarie e secondarie di primo grado attraverso incontri didattici in ciascuna classe delle scuole.
L'isola ecologica comunale, per aumentare l'intercettazione di tutte le tipologie di rifiuto e dare ai Follesi la possibilità di conferire in luogo idoneo i rifiuti diversi dagli imballaggi, è in fase di realizzazione.
L'Amministrazione comunale completerà il progetto con l'introduzione della tariffa puntuale nel 2016. Per l'applicazione del nuovo metodo tariffario, si doterà di sistema RFID (Radio Frequency Identification) monitorando così gli svuotamenti dei contenitori tramite tag passivi installati sugli stessi e la conseguente associazione alla utenze corrispondenti per determinarne la produzione di rifiuti.
 

 

 

CONDIVIDI SU

ARCHIVIO NEWS

Visualizza tutte »2017

Visualizza tutte »2016

Visualizza tutte »2015

Visualizza tutte »2014

Visualizza tutte »2013