NEWS

01 Dicembre 2015 IL SEGRETO DI MARZI è IN UN LOMBRICO

Il migliaio di cittadini del Comune di Marzi (CS) dal 2007 è servito da un servizio di raccolta porta a porta per le frazioni del secco indifferenziato, dell'umido, del multimateriale (plastica, alluminio e vetro) e di carta e cartone. I rifiuti ingombranti vengono ritirati a domicilio il primo e il terzo mercoledì del mese previa prenotazione. Un servizio di raccolta separata è prevista anche per pannolini e pannoloni da esporre in contenitori separati il giorno di raccolta dedicato alla frazione organica.
Marzi è stato tra i primi comuni a dotarsi di isola ecologica (sono 9 in tutta la Regione Calabria). Non è una piattaforma aperta al pubblico, si tratta di una sorta di stazione di trasferimento alla quale accedono i mezzi dedicati alla raccolta che conferiscono i rifiuti in appositi container e i mezzi delle aziende di riciclaggio che vanno a ritirare i materiali, compresi i RAEE.
Il Comune non si è mai messo in evidenza per i risultati raggiunti in termini di percentuale di raccolta differenziata in quanto, avendo assimilato ai rifiuti urbani anche quanto prodotto dai due autogrill che sorgono nella vicina autostrada (praticamente solo rifiuto indifferenziato), non arriva alla soglia di legge del 65%. Si ferma circa al 45% di RD, ma su un totale di 340 tonnellate di rifiuti raccolti, 120 tonnellate sono prodotte nei due autogrill.
Ma in termine di buona gestione dei rifiuti prodotti dai cittadini il Comune si distingue soprattutto per aver sperimentato con successo, a partire dal 2011, il trattamento in loco dei rifiuti organici attraverso il lombricompostaggio. Si tratta di un impianto molto semplice che non richiede particolari attività di manutenzione dove il il grosso del lavoro, la trasformazione in humus, è affidata ai circa 2 milioni di lombrichi rossi della California presenti nelle vasche di trasformazione. L'ottimo compost che si ottiene a circa 5/6 mesi dal conferimento viene regalato ai cittadini che ne fanno richiesta. Un grande risparmio è quello che deriva dalla presenza dell'impianto: sono infatti circa 45 le tonnellate che vengono trattate ogni anno a fronte di un investimento per la realizzazione dell'impianto di circa 10mila euro.
Ma non è finita, Marzi vanta anche l'installazione di una casa dell'acqua per la fornitura, oltre che delle ormai nota acqua mineralizzata (gassata e non), anche di quella alcalina ionizzata. I cittadini hanno apprezzato l'iniziativa: ogni mese circa 14mila litri vengono spillate dalla casetta con un piccolo introito anche per il comune che chiede un contributo di 5 cent. per ogni litro.
 

 

 

CONDIVIDI SU

ARCHIVIO NEWS

Visualizza tutte »2017

Visualizza tutte »2016

Visualizza tutte »2015

Visualizza tutte »2014

Visualizza tutte »2013