NEWS

01 Ottobre 2015 L'ECONOMIA CIRCOLARE FARA' BENE ALL'ITALIA

Secondo lo studio, se verranno intraprese azioni funzionali alla riconversione ecologica dell’economia, si potrebbero generare da un minimo di 1,2 milioni di posti di lavoro a un massimo di 3 milioni. L’Italia potrebbe essere tra i Paesi che attraverso la riconversione ecologica dell’economia trarrebbe i maggiori benefici: 154mila nuovi posti di lavoro potrebbero derivare dal passaggio, davanti alla Francia, alla Spagna e a tutti gli altri paesi europei ad eccezione di Regno Unito e Germania, che ha però molti più abitanti di noi.

L’economia circolare infatti, caldamente consigliata dall’Unione europea per sopperire alla carenza di materie prime e ridurre la dipendenza dall’estero, porterà maggiori benefici a quei paesi dove l’industria manifatturiera risulta più forte e soprattutto più abituata a recuperare la materia. Ma quella richiesta dall’economia circolare è una rivoluzione globale, e per raggiungere i massimi benefici occorre ripensare la nostra struttura produttiva in termini sostenibili, ma anche aggiornare tutta la fase di raccolta ed elaborazione dati che ne sta alla base.

Leggi il rapporto completo

 

 

CONDIVIDI SU

ARCHIVIO NEWS

Visualizza tutte »2017

Visualizza tutte »2016

Visualizza tutte »2015

Visualizza tutte »2014

Visualizza tutte »2013