NEWS

07 Gennaio 2015 MENO POLISTIROLO GRAZIE A POLYPLA

Pochi lo sanno, ma il mercato del pesce produce ogni anno grandi quantità di rifiuti di polistirolo. Si parla di 10 milioni di cassette che, terminata la loro funzione, devono essere correttamente gestite dato il loro potenziale alto livello di inquinamento, soprattutto per le acque marine. Tale operazione richiede ovviamente un certo esborso economico.

Nelle Marche, regione in cui il settore ittico è particolarmente attivo, è stato messo a punto un sistema di imballaggio alternativo al polistirolo. Le cassette sono realizzate in Polypla, un materiale totalmente biodegradabile, che verrà presentato nei prossimi saloni dedicati alla bioeconomia (BioEnergy Italy, Green Chemistry Conference and Exhibition e Food Waste Management Conference, in programma a CremonaFiere da 25 al 27 febbraio) dalla cooperativa di San Benedetto del Tronto che per i propri prodotti ittici farà ricorso al nuovo imballaggio impiegando le prime 200 cassette in Polypla.

“Tutto è nato da un progetto finanziato dal Fondo europeo per la pesca 2007-2013 - spiega Marco Benedetti, ricercatore e R&D Sviluppo prodotti di Green Evolution, società che ha aderito al Manifesto di Chimica Verde Bionet sullo Sviluppo Sostenibile - in base al quale è stato chiesto di individuare un materiale alternativo al polistirolo per realizzare le cassette destinate alla conservazione del pesce. Sono state presentate ben 180 soluzioni possibili. Il Polypla, materiale bio-based, totalmente realizzato con materie prime naturali biodegradabili, è stato considerato il più adatto a questo specifico utilizzo”.

“I costi ovviamente sono maggiori e nel caso specifico delle cassette ittiche parliamo di un valore doppio rispetto a quelle in polistirolo. Ma se si calcolano i costi del trasporto necessario al conferimento delle cassette alla discarica e quelli relativi al loro smaltimento si fa presto a stabilire che il maggior costo iniziale delle cassette in bio-based viene ampiamente coperto dal risparmio che se ne ricava utilizzandole e riciclandole”.

 

 

CONDIVIDI SU

ARCHIVIO NEWS

Visualizza tutte »2017

Visualizza tutte »2016

Visualizza tutte »2015

Visualizza tutte »2014

Visualizza tutte »2013