NEWS

01 Dicembre 2015 MENO RIFIUTI A FERRARA

In occasione della recente edizione di Comuni Ricicloni Emilia-Romagna, siamo venuti a conoscenza delle recenti azioni messe in campo dal Comune di Ferrara volte alla riduzione dei rifiuti alla fonte: si va dal ricondizionamento dei RAEE, attraverso il progetto Riciclo PC, alla riparazione delle biciclette usate mediante il progetto Ricicletta, passando per la riduzione dello spreco alimentare attraverso il coinvolgimento di enti pubblici e catene della grande distribuzione. Molta attenzione è posta anche al tema delle Eocofeste, ed al recupero degli indumenti usati.
Da segnalare il progetto “Ancora Utili”, al quale prendono parte Comune di Ferrara, Provincia di Ferrara, Farmacie Comunali di Ferrara, Facoltà di Farmacia di Ferrara, Associazione Farmacia Senza Frontiere, Centro di Ateneo per la Cooperazione allo Sviluppo internazionale dell’Università di Ferrara, HERA Spa Struttura Operativa Territoriale di Ferrara, Associazione Titolari di Farmacia Ferrara, Azienda USL di Ferrara, Last Minute
Market s.r.l. Spin-off dell’Università di Bologna. L’obiettivo è il recupero dei medicinali provenienti da donazioni di privati cittadini che, per i più svariati motivi, terminano o interrompono una terapia, da ambulatori e strutture ospedaliere pubbliche e private.
I medicinali recuperati vanno a soddisfare in modo mirato le esigenze degli Enti No Profit che ne fanno richiesta. Gli Enti No Profit, tramite personale medico si impegnano a utilizzare i medicinali secondo le indicazioni di registrazione riportate nel foglietto illustrativo della confezione.
Interessante anche il progetto Lowaste (Local waste market for second life products), cofinanziato dall’Unione Europea nell’ambito del programma Life+ e promosso dal Comune di Ferrara, in qualità di capofila, insieme a Hera, La Città Verde, Impronta Etica e Rreuse, che punta a ridurre la produzione dei rifiuti intercettando le tipologie di materiali che restano fuori dalla normale gestione dei rifiuti e che possono essere recuperate e riutilizzate per creare valore aggiunto ambientale, sociale, economico ed occupazione sul territorio, destinando parte del valore generato ad interventi di forte valenza sociale e solidaristica, con priorità per il sostegno alla cooperazione sociale, all’attività scolastica e alla riqualificazione del territorio.
 

 

 

CONDIVIDI SU

ARCHIVIO NEWS

Visualizza tutte »2017

Visualizza tutte »2016

Visualizza tutte »2015

Visualizza tutte »2014

Visualizza tutte »2013