NEWS

23 Maggio 2016 GRANDE SUCCESSO PER LA PRIMA EDIZIONE DI CIRCONOMIA

 Dal 20 al 22 maggio si è svolto in provincia di Cuneo la prima edizione di Circonomia, un “festival dell’economia circolare e delle energie del territorio […] per mettere in mostra – specifica il manifesto dell’evento – le idee, le discussioni, le economie, le buone pratiche imprenditoriali e amministrative, i cambiamenti sociali e culturali che hanno in comune l’attenzione al paradigma ecologico, al tema del rapporto tra l’agire umano e la salute degli ecosistemi, e che già stanno trasformando i modi di produrre e di competere nell’economia e gli stili di vita nella società.”
Il festival è stato organizzato da GMI, E.R.I.C.A., AICA in collaborazione con il Gruppo Egea, Regione Piemonte, Università degli Studi di Torino, Legambiente, Fondazione Symbola e La Stampa ed il sostegno di COMIECO, CIAL, Novamont, Eataly, Sisea, CNH Industrial e Tokheim Sofitam Italia ed è stato ospitato dai comuni di Alba, Fossano e Novello.
L’evento è stato inaugurato venerdì 20 ad Alba con una lectio magistralis dell’economista francese Jean-Paul Fitoussi per spostarsi poi sabato mattina a Fossano e a Novello per la sessione pomeridiana e quella conclusiva di domenica 22. Diverse personalità legate al mondo dell’economia, dell’ambiente e rappresentanti delle istituzioni hanno preso parte a Circonomia, confrontandosi e cercando di dare risposte ad un settore che rappresenta senza dubbio il futuro della gestione dei beni, inquadrandoli in un’ottica di un loro reinserimento nel ciclo economico del Paese. Tra i vari interventi quello di Rossella Muroni, presidente di Legambiente, Ermete Realacci, Presidente della Commissione Ambiente e Territorio della Camera, e Carlo Petrini, fondatore di Slow Food.
La tre giorni è stata caratterizzata da incontri e dibattiti ma anche laboratori, concerti, trekking, iniziative artistiche ed enogastronomiche, per valorizzare un territorio che da appena due anni è entrato a far parte della Lista UNESCO dei Patrimoni dell’Umanità. Un confronto aperto tra cittadini, amministrazioni ed imprese che riconoscono nell’economia circolare la soluzione a gravi problemi ambientali che già esistono e che potrebbero ulteriormente amplificarsi, una “casa comune – come viene definita dal manifesto stesso dell’iniziativa – dove impegnarsi con proposte, progetti, creazione di network informativi per diffondere questa buona economia e farne il principale carburante, pulito e rinnovabile, delle energie dei territori.”

 

 

CONDIVIDI SU

ARCHIVIO NEWS

Visualizza tutte »2020

Visualizza tutte »2019

Visualizza tutte »2018

Visualizza tutte »2017

Visualizza tutte »2016

Visualizza tutte »2015

Visualizza tutte »2014

Visualizza tutte »2013