NEWS

31 Maggio 2016 IL FIUME CHE SI PULISCE IN CANOA

 Contarina e Open Canoe – Open Mind hanno avviato un progetto di pulizia del fiume Sile completamente ecosostenibile. La società trevigiana, insieme all’associazione di canottaggio (che organizza anche escursioni e programmi di educazione ambientale), hanno scelto di intraprendere la strada della pulizia dell’alveo fluviale attraverso le canoe, costruite in materiale riciclato e riciclabile, in modo da non creare danni alla vegetazione e alla fauna. Questa iniziativa, sostenuta da tutti i 50 comuni che fanno parte del Consiglio di Bacino Priula (di cui Contarina ha in carico la gestione dei rifiuti), è la terza di questo genere a livello globale, sull’esempio dell’associazione statunitense “Paddle without pollution” e della Low Regent Coalition che opera nell’omonimo canale londinese che sfocia nel Tamigi.
Il progetto “Puliamo il Sile” rappresenta l’opportunità di liberare il fiume dai rifiuti, ridandogli la dignità che merita e senza intaccare in alcun modo l’ecosistema e valorizzandolo anche nell’ottica di una sua fruizione da parte di un turismo sostenibile ed attento alle problematiche ambientali. Inoltre questa iniziativa si lega indubbiamente ad un percorso di educazione ambientale (nello specifico sull’acqua) per sensibilizzare le nuove generazioni (e non solo) al rispetto di un ecosistema fragile come quello di un fiume che attraversa un’area densamente urbanizzata e di una risorsa fondamentale come l’acqua.
Questo progetto di pulizia fluviale è stato inserito all’interno del progetto “Promoriver”, finanziato dalla Commissione Europea, e presentato il 18 luglio 2015 a Edirne in Turchia e figura tra le iniziative italiane per la promozione della fruizione turistica “slow” dei fiumi.
“Puliamo il Sile” rientra senza alcun dubbio tra le buone pratiche per la gestione del territorio: un progetto innovativo, con costi contenuti e benefici per tutte le zone a ridosso del corso d’acqua, che può essere facilmente replicato e, quindi, applicato ad altre realtà fluviali evitando qualsiasi impatto sulla vita del fiume.

 

 

CONDIVIDI SU

ARCHIVIO NEWS

Visualizza tutte »2017

Visualizza tutte »2016

Visualizza tutte »2015

Visualizza tutte »2014

Visualizza tutte »2013