NEWS

13 Maggio 2016 RACCOGLI L’OLIO VEGETALE ESAUSTO! FALLO “PER OLIVIA”

Continua l’impegno dell’Adriatica Oli, azienda con sede a Montecosaro (MC), nella raccolta degli oli vegetali esausti (OVE). Se quelli provenienti da attività commerciali sono regolamentati per legge, lo stesso non si può dire dell’enorme quantità di questo genere di rifiuto generata dalle utenze domestiche e che viene quotidianamente gettata negli scarichi dai cittadini, spesso ignari dei danni ambientali che provoca. Ad esempio, lo sversamento in mare di 4kg di olio esausto inquina un’area pari ad un campo da calcio compromettendo l’ecosistema in questione mentre, se abbandonato nel terreno, va a creare un film attorno alle radici delle piante che ostacola l’assorbimento delle sostanze nutritive.
Inoltre, l’olio vegetale esausto, se non smaltito correttamente, provoca danni direttamente alla cittadinanza, principalmente in termini di costi per la depurazione delle acque (ogni chilogrammo di OVE che arriva al depuratore comporta un costo di manutenzione pari a 0,50€) e per la pulizia delle tubature domestiche, che vengono facilmente intasate da queste sostanze e necessitano, quindi, di acidi corrosivi molto inquinanti per essere sbloccate.
Adriatica Oli ha quindi elaborato e messo in pratica un progetto per sensibilizzare la popolazione a questo tema: Per Olivia. Patrocinata dal Ministero dell’Ambiente, Per Olivia è una campagna informativa per la raccolta differenziata degli oli vegetali esausti, che si muove sui territori di Marche e Abruzzo e viene gestita in collaborazione con amministrazioni comunali, municipalizzate e consorzi. Questa campagna è stata pensata su due livelli, uno rivolto ai cittadini in senso lato ed un altro volto ad educare principalmente i bambini. Per spiegare i benefici di questo genere di raccolta ed i risultati finora ottenuti, vengono organizzati incontri pubblici in sale consiliari e teatri e ci si avvale anche di un furgoncino colorato itinerante, con funzione di infopoint, ribattezzato Oliver. Per quanto riguarda l’educazione infantile, Per Olivia si focalizza principalmente sulle classi primarie, organizzando giornate formative, un concorso educativo tra le scuole in gara per raccogliere il maggior quantitativo di olio esausto chiamato Olii@mpiadi ed anche gara ad ostacoli (Una Staffetta per Olivia).
L’olio conferito negli appositi contenitori deve essere esclusivamente vegetale (olio di frittura, olio scaduto, olio di conserve) in modo da essere avviato ad un corretto recupero per la produzione di saponi, distaccanti per edilizia, oli lubrificanti, inchiostri, nuova energia e biodiesel. In più quest’ultimo presenta, tra i biocarburanti, delle emissioni di CO2 molto basse, rendendo quindi gli oli vegetali esausti una valida alternativa al diesel derivato dalla lavorazione del petrolio.
Per maggiori informazioni: Per Olivia e Adriatica Oli

 

 

CONDIVIDI SU

ARCHIVIO NEWS

Visualizza tutte »2017

Visualizza tutte »2016

Visualizza tutte »2015

Visualizza tutte »2014

Visualizza tutte »2013