NEWS

17 Novembre 2016 RIDUZIONE SHOPPER: APPROVATO DECRETO DI ATTUAZIONE

Il provvedimento intende prevenire o ridurre l'impatto ambientale degli shopper in plastica ponendo il divieto di fornitura gratuita delle borse ammesse al commercio e riducendone la commercializzazione a fini di igiene o come imballaggio primario per alimenti sfusi diversi da quelli compostabili.

Il decreto legislativo, ancora all'esame preliminare, è un decreto delegato previsto nella Legge di Delegazione europea 2015 Legge 12 agosto 2016, n. 170, in vigore dal 16 settembre 2016: l'art. 4.2 di quella legge indicava i principi direttivi ai quali si sta attenendo il Governo: in particolare la garanzia del medesimo livello di tutela ambientale assicurato dalla legislazione già adottata in materia, il divieto di fornitura a titolo gratuito delle borse di plastica ammesse al commercio, la progressiva riduzione della commercializzazione delle borse di plastica e la previsione di una campagna di informazione dei consumatori.

La Direttiva UE 2015/720 prevede, tra le misure adottabili dagli Stati membri per la riduzione dell’utilizzo di borse di plastica in materiale leggero, quelle con "obiettivi di riduzione nazionali, restrizioni all'uso o misure finanziarie". Il termine di recepimento previsto è il 27 novembre 2016.

Già dall'aprile 2014 il parlamento UE ha proposto una restrizione sull'uso dei sacchetti in plastica, fissando obiettivi di riduzione del 50% dei sacchetti in materiale leggero entro il 2017 e dell'80 % entro il 2019. L'intenzione di Bruxelles è quella di sostituire completamente i sacchetti di plastica utilizzati per avvolgere, entro il 2019, alimenti quali frutta, verdura e dolciumi, con sacchetti di carta riciclata o sacchetti biodegradabili e compostabili.

 

 

CONDIVIDI SU

ARCHIVIO NEWS

Visualizza tutte »2017

Visualizza tutte »2016

Visualizza tutte »2015

Visualizza tutte »2014

Visualizza tutte »2013