NEWS

28 Settembre 2016 TARIFFA PUNTUALE ANCHE A NOVARA?

Scopo dell’introduzione del sistema tariffario è far sì che lo stesso cittadino diventi un soggetto ulteriormente attivo e molto più attento rispetto alla differenziazione dei rifiuti. Attualmente il progetto è in fase di studio: con l’intento di tutelare anche l’immagine e il decoro della città, l’assessorato sta valutando se l’attuazione dovrà basarsi sull’adozione di sacchi o di cassonetti e, soprattutto, sulle tempistiche di raccolta per condomini e abitazioni private. Una decisione potrà essere presa solo nel momento in cui saranno disponibili i dati necessari anche all’avviamento della fase sperimentale, che è prevista per il prossimo gennaio. Se tutto dovesse svolgersi con positivi riscontri, la “Tariffa puntuale” potrebbe essere applicata con il 2018.
Nelle scorse settimane, con il supporto del Servizio Ambiente, si sono già tenute alcune riunioni con il dirigente e i tecnici del Consorzio di Bacino Basso Novarese con l’obiettivo di avviare un controllo dati per riuscire ad avere un’idea più chiara della situazione.
L’introduzione della “Tariffa puntuale” basata sul principio “Chi meno inquina, meno paga”, può consentire una minor pressione fiscale e un miglioramento sul piano ecologico, semplificando inoltre il controllo dei sacchi, che verrebbero dotati di un chip con il codice dell’utente.
 

 

 

CONDIVIDI SU

ARCHIVIO NEWS

Visualizza tutte »2017

Visualizza tutte »2016

Visualizza tutte »2015

Visualizza tutte »2014

Visualizza tutte »2013